Vacanze in auto? Dopo il rientro serve controllare la vettura

vacanze in auto

Vacanze in auto? Parecchie persone saranno state protagoniste sulle grandi arterie stradali di tutta Italia, particolarmente gettonate quest’anno a causa dell’emergenza sanitaria, che ha limitato gli spostamenti all’estero. Dopo centinaia e centinaia di chilometri percorsi sulla rete stradale e autostradale, l’imminente arrivo di settembre può rappresentare il momento perfetto per programmare una controllatina alla propria vettura. Sì, perché se il check-up dell’automobile prima della partenza ci garantisce una vacanza sicura, quello seguente al ritorno può consentire un rientro senza intoppi. Se non ci si è recati dal meccanico nel periodo pre-vacanziero allora potrebbe davvero essere ora di farlo.

Vacanze in auto?

Quali sono le parti da considerare? Che cosa deve verificare il meccanico in officina? Partiamo dagli pneumatici perché sono i primi che soffrono per l’elevata temperatura dell’asfalto, consumandosi più velocemente rispetto che in altre stagioni. A maggior ragione le piogge autunnali all’orizzonte esigono un mezzo altamente performante, soprattutto quando si parla di gomme. Perciò un gommista o un meccanico sapranno intervenire all’occorrenza segnalando l’eventuale problematica. Il meccanico andrà inoltre a verificare il livello dell’olio motore e le sue condizioni di pulizia, i freni e il loro liquido, il filtro dell’aria condizionata, le spazzole tergicristallo, le luci e gli indicatori di posizione. Attenzione soprattutto all’impianto frenante: durante un soggiorno in montagna potrebbe essere stato particolarmente sollecitato, perciò un’ispezione è sicuramente cosa gradita.

Un intervento di verifica

Insomma, come è semplice intuire non si tratta del tagliando e nemmeno di una preparazione alla revisione. Parliamo però di un intervento di verifica, utile per evitare spiacevoli contrattempi. Gli agenti atmosferici e un utilizzo straordinario (inteso come diverso e maggiore rispetto agli standard della quotidianità) possono infatti avere ripercussioni sull’automobile. Evitare piccole scocciature può aiutarci a rituffarci senza affanni nella routine.