Mobility as a Service, a caccia di tre progetti pilota

Mobility as a Service

Mobility as a Service, a caccia di tre progetti pilota. E’ online sul sito del Ministro per l’Innovazione tecnologica e la transizione digitale (Mitd) l’avviso pubblico per individuare i tre progetti pilota. Saranno da realizzare in altrettante città metropolitane di cui una al sud, per sperimentare ‘Mobility as a Service’ (MaaS). Si tratta della nuova modalità di trasporto integrato prevista nel Piano nazionale di ripresa e resilienza (PNRR). Da oggi e fino al 10 gennaio 2022 possono presentare proposte progettuali le 13 città metropolitane che sono state ammesse a seguito della manifestazione di interesse che si è conclusa il 29 ottobre scorso. Si tratta di: Bari, Bologna, Cagliari, Catania, Firenze, Genova, Milano, Napoli, Palermo, Reggio Calabria, Roma, Torino, Venezia.

Mobility as a Service

Per l’attuazione del servizio innovativo e tecnologico sono impegnati il Dipartimento per la trasformazione digitale della Presidenza del Consiglio dei Ministri (Dtd). E il Ministero delle Infrastrutture e della mobilità sostenibili (Mims). Maas è un’iniziativa volta a realizzare un sistema di mobilità sostenibile, che prevede l’integrazione di diverse modalità di trasporto attraverso un unico canale digitale, agevolando gli spostamenti soprattutto nei centri urbani.