Lewis Hamilton e ACI, un premio speciale per il pilota britannico

hamilton e aci

Lewis Hamilton è stato premiato da ACI. Il sette volte Campione del mondo di Formula1 ha ricevuto dalle mani del Presidente dell’Automobile Club d’Italia e Vicepresidente per lo Sport della Federazione Internazionale dell’Automobile, Angelo Sticchi Damiani, il trofeo speciale messo in palio dall’ACI per il pilota che avesse conseguito il maggior numero di punti nei tre Gran Premi disputati – per la prima volta nella storia della Formula1 – su altrettanti circuiti italiani nel 2020.
Il premio, consegnato a Ginevra, è andato al pilota della Mercedes, che nelle gare di Monza, Mugello e Imola, ha conquistato, complessivamente, 59 punti, frutto di due vittorie, un settimo posto e tre giri veloci in pista.

Lewis Hamilton e ACI

“Il dominio di Hamilton in questa era della Formula1 – ha dichiarato Angelo Sticchi Damiani, consegnando, virtualmente, la coppa ACI all’inglese – è stato suggellato dal settimo titolo mondiale piloti, record che eguaglia Michael Schumacher. I risultati ottenuti da Lewis nel corso della sua carriera lo hanno reso la più grande star delle corse automobilistiche e la personalità più influente nel motorsport. Fuori pista, poi, Lewis è diventato un portabandiera per azioni positive su questioni che vanno ben oltre lo sport, influenzando la società nel suo complesso. Sono profondamente onorato, quindi, come vicepresidente della FIA, di conferirgli il premio FIA Personality of the Year 2020. In qualità di Presidente dell’Automobile Club d’Italia, inoltre, desidero salutare gli straordinari successi di Lewis con uno speciale Trofeo ACI: un premio letteralmente unico per un pilota unico, che ha ottenuto un risultato complessivo eccezionale nei tre Gran Premi organizzati quest’anno in Italia”.

Sarà un unicum?

Il Trofeo ACI rischia di rimanere davvero unico nella storia: molto difficilmente, infatti, l’Italia ospiterà ancora tre Gran Premi di Formula1 nell’arco di un’unica stagione. Questo, visto l’auspicio di tutti, nonostante il grande successo dei tre appuntamenti italiani, per i quali il presidente FIA Jean Todt ha ringraziato il nostro Paese e in particolare l’ACI – che, dalla prossima stagione, il calendario delle corse di Formula 1 possa svolgersi regolarmente.