La nuova etichettatura degli pneumatici

la nuova etichettatura degli pneumatici

Conoscete la nuova etichettatura degli pneumatici? Si tratta di uno strumento migliorato che può darci una mano. Dall’1 maggio 2021 è in vigore la nuova etichettatura degli pneumatici: è nata dieci anni fa e ora l’Unione Europea ha aggiornato i suoi contenuti. L’obiettivo è aumentare la consapevolezza dei consumatori, favorendo scelte più oculate degli pneumatici: il fine ultimo è migliorare la sicurezza, l’economicità e l’impatto ambientale del trasporto su strada. E non solo: la nuova etichetta vuole essere più chiara ed efficace nella comprensione delle informazioni, rivolte sia ai consumatori che agli utilizzatori professionali. Che cosa cambia rispetto a prima? Troviamo un QR code che identifica la tipologia di pneumatico, consentendo l’accesso al database europeo dei prodotti (EPREL).

La nuova etichettatura degli pneumatici

Ecco poi il pittogramma «aderenza sulle neve» per gli pneumatici che hanno superato uno specifico test omologato su fondo innevato. E poi il pittogramma «aderenza sul ghiaccio», nuova marcatura per pneumatici progettati per climi estremamente rigidi. Infine cambiano le classi, sia per l’efficienza energetica che per l’aderenza su bagnato: ora sono cinque, dalla A (la più efficiente) alle E (la meno efficiente). Tutti gli pneumatici di nuova produzione immessi sul mercato europeo a partire dall’1 maggio 2021 dovranno riportare la nuova etichettatura europea.