Autodromo di Monza lancia il suo primo NFT

autodromo di monza

Autodromo di Monza lancia il suo primo NFT. Il circuito omaggerà tutti i tifosi di una card digitale per il lancio del progetto, avvenuto al Meeting di Rimini. Monza è il primo Autodromo a commercializzare i non-fungible-token. Si tratta dei certificati di autenticità digitale regolati con la tecnologia blockchain. Per il lancio dell’iniziativa, verrà omaggiato a tutti i tifosi il primo NFT del Circuito. Si tratta di una riproduzione fedele del trofeo che viene consegnato ai vincitori delle gare dell’Autodromo Nazionale Monza. La card digitale della coppa, realizzata dalla creative designer milanese Miranda Biondi, è la prima opera digitale del Tempio della Velocità disponibile sul mercato. E sarà inviata a tutti i fan che si registreranno al marketplace tra il 10 e il 12 settembre, weekend in cui si correrà il Formula 1 Gran Premio d’Italia 2021.

Autodromo di Monza lancia il suo primo NFT

Gli NFT possono essere definiti come strumenti che certificano la proprietà di un asset digitale. E che l’oggetto (o l’esperienza) a cui sono associati hanno una loro peculiarità e individualità. I token sono gestiti tramite la tecnologia blockchain con un meccanismo simile a quello utilizzato per lo scambio di criptovalute. Il sistema di controllo è mantenuto da migliaia di terminali informatici che, come una sorta di libro mastro, tengono traccia di tutte le transazioni e dei passaggi di proprietà dell’NFT, senza possibilità di falsificazione.

Il futuro è tracciato

La produzione di NFT dell’Autodromo Nazionale Monza non si limiterà in futuro alla realizzazione di card digitali ma si estenderà anche alla digitalizzazione e vendita di esperienze fisiche che gli utenti potranno poi fruire direttamente all’interno del circuito. Potrà, per esempio, essere digitalizzata e resa unica la partecipazione ad un evento nel Tempio della Velocità, fornendo al tifoso la possibilità di acquistare un esclusivo ricordo digitale dell’attività, che rimarrà nel suo crypto wallet. L’obiettivo è, tra gli altri, quello di ricompensare il fan attraverso la sua passione e arricchendo il suo portafoglio digitale.